Auguri di Buon Natale della Preside

Alla Comunità Educativa del nostro Liceo

 


Carissimi,


l’anno che sta terminando ci ha messi a dura prova, minando le nostre sicurezze, stravolgendo le nostre vite, modificando abitudini , atteggiamenti, relazioni.

Il lavoro di tutti è stato modificato, ma quello che è accaduto veramente nella scuola dall’inizio della pandemia, solo noi che ogni giorno la viviamo, la pratichiamo , la gestiamo lo possiamo veramente raccontare.

I docenti si sono dovuti inventare un nuovo modo di insegnare che garantisse ai ragazzi sia la prosecuzione degli studi, ma anche la vicinanza, la presenza, l’ascolto, che caratterizzano la relazione educativa, e lo hanno fatto senza esitazioni, rispondendo con spirito di servizio ed un impegno addirittura maggiore di quello che mettevano nell’attività didattica “in presenza”.

Il personale amministrativo è stato catapultato nello “smartworking” ed è riuscito, nonostante le difficoltà tecniche e logistiche, a garantire l’esecuzione delle procedure amministrativo contabili e gestionali, richieste dal ministero e dagli utenti, senza ritardi.

I collaboratori scolastici sono stati preziosi, garantendo la corretta disposizione delle suppellettili affinché fossero rispettate le distanze di sicurezza , effettuando gli interventi di accurata pulizia e sanificazione dei locali, vigilando con scrupolosa attenzione sul rispetto delle prescrizioni sanitarie,da parte di tutti gli utenti che accedono alla scuola.

I tecnici hanno garantito il supporto ai docenti nell’uso delle attrezzature e dei laboratori, anche a distanza. Hanno, inoltre, fornito un contributo essenziale nell’organizzazione dei locali e nella distribuzione dei computer agli alunni.

I genitori ci hanno discretamente affiancato, supportando i propri figli in un momento così delicato.

Ma quelli che hanno risposto alla pandemia nella maniera più inaspettata e straordinaria sono stati le nostre studentesse e i nostri studenti.

La maggior parte di loro ci hanno dimostrato cosa significa sapersi adattare a situazioni impreviste, di essere capaci di dare risposte adeguate a problemi mai affrontati prima, di saper imparare attraverso una didattica mai sperimentata fino a questo momento, di riuscire ad organizzare lo studio secondo tempi,ritmi e con mezzi nuovi , di saper esercitare la pazienza e di stabilire proficui rapporti sociali, anche a distanza.

Se un augurio mi sento di dare alla nostra Comunità Educativa è proprio quello di guardare al futuro con gli occhi dei nostri ragazzi e delle nostre ragazze, che sono il fulcro di tutto il nostro agire e danno il senso vero al nostro lavoro.
E allora guardiamo i nostri giovani: la loro freschezza, il loro entusiasmo, la loro tenacia, la loro maturità ed il futuro non ci farà più paura, perché saranno loro a condurlo.

Serene festività.

La Dirigente Scolastica
Emma Valenza


Per la visualizzazione del video del Premio Villari che viene conferito agli alunni delle classi intermedie con le medie più alte e ai maturati con le votazioni di 100 e 100 e lode cliccare al link

https://www.liceovillari.edu.it/public/file/premio_villari.mp4